Identitatea Românească - Identità Romena

Comunicate de presa => Comunicate de presa => Discussione aperta da: d.harja - Domenica Aprile 11, 2010, 17:09:25



Titolo: “Sciolto nell'acido romeno...però rubava...la vergogna dei media italiani”
Inserito da: d.harja - Domenica Aprile 11, 2010, 17:09:25
Comunicato stampa:

“Si resta francamente sconcertati nel leggere come i media italiani trattano i fatti di cronaca quando vi sono implicati degli stranieri, specificamente dei romeni” – è la denuncia del deputato PD, Guido Melis, presidente del Gruppo Interparlamentare di Amicizia “Italia-Romania” congiunto con un gruppo di associazioni romene ed il Partito dei Romeni in Italia.

“Prendiamo la terribile notizia di queste ultime ore: a Frosinone, grazie a una esemplare indagine dei carabinieri, si scopre che ben prima del delitto Reggiani un italiano ha ucciso un romeno e lo ha sciolto nell'acido. Ci aspetteremmo unanime esecrazione, inchieste, interviste, edizioni speciali di trasmissioni TV di approfondimento. Nulla di tutto ciò. La notizia (non la si può occultare, anche se i tg di Mediaset ci riescono lo stesso) viene messa in pagina, ma ben mimetizzata. E qualche quotidiano (Il Giornale, Il Messaggero) ci aggiunge che il romeno aveva rubato del gasolio all'assassino italiano. Anche se non è neppure accertato. Ma se anche lo fosse, cosa cambierebbe?” – si chiedono i rappresentanti romeni e Melis all’unisono.

“Non è la prima volta che si usa questo tipo di manipolazione della notizia. E’ avvenuto anche nel caso di Andreea Sutic, la ragazza romena uccisa a colpi di pistola davanti al figlio di 4 anni, quando i media italiani hanno parlato di ricatto sessuale e invece la vittima aveva presentato innumerevoli denuncie di molestia sessuale contro il suo datore di lavoro. Siamo sempre lì: se il mostro è romeno e la vittima italiana è un conto; se accade il contrario è tutt'altra cosa. Così, notizia dopo notizia, la stampa italiana cosiddetta di informazione abitua il suo pubblico al fatto che non tutti i delitti e gli assassini sono uguali. Dipende dalla cittadinanza. Il sonno della ragion genera mostri che già abbiamo conosciuto e che si ripresentano anche sotto forma di un’informazione indegna di un Paese civile. Ci saremo aspettati almeno un briciolo di rispetto per le vittime” – conclude la nota.


On. Guido Melis
Presidente del Gruppo Interparlamentare “Italia-Romania”

Avv. Giancarlo Germani
Presidente Partito Identità Romena

Alina Harja
Presidente Associazione “Amici della Romania”

Horia Corneliu Cicortas
Presidente Forum degli Intellettuali Romeni in Italia

Monica Mitrica
Vice-Presidente Associazione “Voce dei Romeni”

Mihaela Giurgea
Presidente Associazione “Italia-Romania per l’Integrazione e Sviluppo”

Elena Lechea
Presidente Associazione degli Infermieri Romeni in Italia

Silviu Ciubotaru
Presidente Associazione “Noi Siamo Romeni”

Avv. Federico Zinna
Presidente Associazione “Partenope Dacia”


Titolo: Re: “Sciolto nell'acido romeno...però rubava...la vergogna dei media italiani”
Inserito da: Giancarlo Germani - Sabato Aprile 17, 2010, 20:48:16
Basta leggere le prime 3 righe di questo comunicato per capire che trattasi di comunicato congiunto dell'On. Guido Melis, di alcune associazioni romene e del PIR. La seconda firma sul documento non a caso è quella del Presidente del PIR, mentre la quarta è quello di Corneliu Cicortas, Presidente del FIRI, anche Lui "dimenticato".

Naturalmente la Gazeta Romaneasca a pag.3 in un articolo non firmato e quindi riconducibile al Direttore fornisce ai propri lettori una versione censurata del comunicato, omettendo di specificare che il PIR è ispiratore e sottoscrittore del documento unitamente all'On. Guido Melis, anzi non nominando per nulla il PIR, se non per specificare che il comunicato: "este semnat si de mai multe asociatii din zona de influenta a PIR."
Due sono le cose: o qualcuno alla Gazeta Romaneasca non ci vede bene, oppure non si vuole far sapere alla gente che il PIR prende legittimamente delle posizioni in difesa della comunità.

Poi nessuno venga a raccontarci la storiella che noi siamo il Lupo cattivo e che Sorin Cehan è l'angelo del Paradiso ... a noi di non essere citati su questa Gazeta sinceramente non ce ne importa un fico secco, ci importa invece di come si disinformi la comunità pompando iniziative fallimentari, come il forum di Milano del 2009 ed i candidati del PDL romeno a Venezia e si ometta volutamente di dare al PIR quello che è del PIR ... facciamo un comunicato congiunto con Melis e si parla giustamente di Melis ma non di noi e si aggiunge pure ... "Consemnam o singura alta reactie din parte asociatiei antimafia Libera."

Poi per qualcuno siamo noi ad avere pregiudizi sulla Gazeta ... ma come si fà a non averne davanti a tale modo di comportarsi?

Uniti suntem o forta


Titolo: Re: “Sciolto nell'acido romeno...però rubava...la vergogna dei media italiani”
Inserito da: Mihai Muntean - Domenica Aprile 18, 2010, 02:37:33
Basta leggere le prime 3 righe di questo comunicato per capire che trattasi di comunicato congiunto dell'On.Guido Melis,di alcune associazioni romene e del Pir.La seconda firma sul documento non a caso è quella del Presidente del Pir,mentre la quarta è quello di Cornelio Cicortas ,Presidente del Firi,anche Lui "dimenticato".
Naturalmente la Gazeta Romaneasca a pag.3 in un articolo non firmato e quindi riconducibile al Direttore fornisce ai propri lettori una versione censurata del comunicato,omettendo di specificare che il Pir è ispiratore e sottoscrittore del documento unitamente all'Om.Guido Melis,anzi non nominando per nulla il Pir,se non per specificare che il comunicato:"este semnat si de mai multe asociatie din zona de influenta  a Pir."Due sono le cose o qualcuno alla Gazeta Romaneasca non ci vede bene,oppure non si vuole far sapere alla gente che il Pir prende legittimamente delle posizioni in difesa della comunità.
Poi nessuno venga a raccontarci la storiella che noi siamo il Lupo cattivo e che Sorin Cehan è l'angelo del Paradiso...a noi di non essere citati su questa Gazeta sinceramente non ce ne importa un fico secco,ci importa invece di come si disinformi la comunità pompando iniziative fallimentari,come il forum di Milano del 2009 ed i candidati del Pdl romeno a Venezia e si ometta volutamente di dare al Pir quello che è del Pir...facciamo un comunicato congiunto con Melis e si parla giustamente di Melis ma non di noi e si aggiunge pure...."Consemnam o singura alta reatie din parte asociatei antimafia Libera.
Poi per qualcuno siamo noi ad avere pregiudizi sulla Gazeta...ma come si fà a non averne davanti a tale modo di comportarsi?
Uniti suntem o forta








Citazione
"Due sono le cose o qualcuno alla Gazeta Romaneasca non ci vede bene,oppure non si vuole far sapere alla gente che il Pir prende legittimamente delle posizioni in difesa della comunità.



    Fra le due cose io sceglierei ...la terza e cioè "Jurnalismu' lu' peste" si "as adauga si prajit"  ;D(Il giornalismo der pesce fritto), tanto per parafrasare e citare nello stesso tempo "il grande guru della gazzetta, Sorin Cehan" ed il suo ...rampolo (più pollo che...ram) andi radiu 8)!

   Più in basso di cosi li sarà difficile a scendere, ma  siccome al ridicolo non c'e mai fine, sicuramente ne vedremmo di peggio!

 E viva l'imparzialità, l'obiettività e l'onestà intellettuale (mancata) della  Gazzetta Romena! Abbasso l'informazione "libera"(scusate l'insulto), targata  Cehan,radiu&comp. E  viva la censura "sans frontière" della stessa Gazzetta! :-X

  Ma dove avete imparato "il mestiere" signori !? A scuola di salsa alla besciamella!? ;D

 Un vecchio proverbio dice; "Dagliene il potere ad un "diversamente intelligente"  ;D e ti farà vedere il carattere!" 8)

 Ma come avevano ragione i vecchi saggi!


  PS: Il fatto che la Gazzetta Romena tramite il suo "duetto editoriale " Cehan-radiu, fa di tutto per minimizzare ed insabbiare  la visibilità  mediatica del PIR, arrivando uniti nel loro odio viscerale, a calpestare  e annientare  ogni traccia di rispetto di se stessi, dei lettori e della deontologia del mestiere, non ci toglie a noi la reattività e la tempestività delle posizioni pubbliche a favore e difesa dei diritti e del immagine degli immigrati in generale e della nostra comunità in speciale!