Identitatea Românească - Identità Romena

In direct contact cu noi => In direct contact cu noi => Discussione aperta da: Giancarlo Germani - Venerd Agosto 19, 2016, 15:25:39



Titolo: CON LA DIASPORA IGNORATA...LA CODA E' ASSICURATA...
Inserito da: Giancarlo Germani - Venerd Agosto 19, 2016, 15:25:39
In Romania ancora non si sono accorti che circa 5 milioni di romeni vivono e lavorano all'estero,la cosidetta Diaspora.
Ignorare questo fenomeno sia dal punto di vista sociale che mediatico comporta che le autorità romene non abbiano ancora capito che a natale,pasqua e nel mese di agosto circa 2/3 milioni di romeni tornano a casa per le feste e per rinnovare i documenti scaduti o per compiere quegli atti pubblici nesessari come compravendite od immatricolazioni di autoveicoli.
In questi periodi la popolazione romena bruscamente cresce di qualche milione rispetto al nornale e negli uffici pubblici scoppia il caos con code e polemiche che si ripetono di anno in anno senza che cambi mai nulla.
Eppure basterebbe prendere atto della realtà:cioè che qualche milione di romeni vive all'estero ma non per questo devono perdere i loro diritti civili come il voto od il diritto di avere un documento in tempi brevi ed in condizioni di un paese UE,senza magari dove fare code interminabili in condizioni inenarrabili magari con 40 gradi all'ombra.
Il giorno che le Autortà romene si accorgeranno che esiste una Diaspora romena,potranno varare due semplici soluzioni:
1) consentire che il rilascio di documenti od atti si possano fare nei consolati senza dover tornare in Romania:
2) a natale,pasqua ed agosto rinforzare gli uffici pubblici sottoposti alle richieste dei romeni che vivono all'etero,consentendo ai propri cittadini di godere di servizi come meritano e come hanno tutti gli altri romeni negli altri mesi dell'anno.
Il problema infatti non è la Diaspora,come alcuni media romeni vorrebbero far credere,ma il fatto che le Autorità romene ignorano questa realtà....e le conseguenze si vedono...sopratutto nel mese di agosto...dove i dipendenti pubblici vanno in ferie....e qualche milione di cittadini che dovrebbero essere ugiali a tutti gli altri e che sono la prima fonte di introiti in euro in Romania, torna per un mese a casa....sperando di poter usufruire dei propri legittimi diritti...

                                          Avv.Giancarlo Germani
                                                   Portavoce Pir