Identitatea Românească - Identità Romena
Marted Luglio 16, 2019, 06:14:26 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: SMF - Just Installed!
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: C'E' CHI E' D'ACCORDO CON L'AUMENTO DELLE TASSE E CON I RIMPATRI..SA MOARA CAPRA  (Letto 3580 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Giancarlo Germani
Agenda
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1894


Presidente PIR


Mostra profilo
« inserito:: Gioved Giugno 24, 2010, 14:34:04 »

Le recenti prese di posizione del Pir hanno provocato delle reazioni da parte di chi non stà cercando di portare avanti proposte od iniziative politiche ma porta avanti una sorda ed ottusa lotta anti-Pir perchè il nostro Partito è giustamente visto come un ostacolo alla assuefazione ed alla sottoposizione della comunità italo-romena ai partiti romeni ed ai relativi usi e costumi politico-elettorali molti dei quali costituiscono reato in Italia.
Il Pir ha protestato contro l'aumento delle tasse consolari,portando avanti sit-in di protesta dinanzi il consolato di Roma e Torino ed all'Anagnina a Roma,raccogliendo firme per due petizioni,una per l'abrogazione della legge che aumenta le tasse consolari ed un'altra per sollecitare le dimissioni dei due parlamentari della diaspora che non si sono opposti a questi aumenti.
Ebbene credevamo che saremmo stati tutti d'accordo su questa battaglia...invece no.
C'è chi sostiene sia che sia stato gliusto raddoppiare le tasse consolari sia che l'operato dei due parlamentari eletti in diaspora non sia criticabile..hanno fatto bene a sostenere che i romeni della diaspora volessero un aumento delle tasse consolari.
A Roma il Sindaco di Roma ha proposto di recente dopo un Suo viaggio a Bucarest un piano di rimpatrio assistito,per i romeni e solo per i romeni.
Il Pir ha preso posizione ed ha fatto presente che questo piano di rimpatrio non è conforme all'attuale momento economico in Romania per poter essere attuato con successo,essendo già fallito un piano simile circa 3 anni fà e che per la comunità romena servirebbero delle politiche di integrazione e non solo rimpatri assistiti o meno.
Ebbene anche qui c'è chi è d'accordo che i romeni di Roma vadano rimpatriati ed ha preso carta e penna per sostenere questa posizione.
Non sempre si può essere d'accordo su tutto ma su queste due prese di posizione del Pir è difficile essere
contrari,almeno che i propri interessi non siano totalmente differiti e lontani da quelli dei cittadini romeni residenti in Italia.
Non si può chiedere ai tacchini di organizzare il pranzo di Natale ma è ormai chiaro come siano diversi e difformi gli interessi della comunità e dei romeni che vivono e lavorano in Italia da chi ha aspirazioni politiche ispirate dalla Romania....ma chi spera di arrivare a Bruxelles od a Bucarest grazie a queste prese di posizioni politiche non si e' accorto che per dare contro il Pir si stà suicidando...politicamente.
Uniti suntem o forta.


Share

Registrato

Giancarlo Germani
Agenda
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1894


Presidente PIR


Mostra profilo
« Risposta #1 inserito:: Venerd Giugno 25, 2010, 07:46:43 »

A questo punto sarebbe d'obbligo per chi difende certe posizioni come la giustezza dell'aumento delle tasse consolari,facessse una campagna informativa ed una raccolta di firme a sostegno di questi aumenti per dimostrare alla gente che gli hanno fatto un enorme favore a fargli pagare un certificato di matrimonio 250 euro o un certificato di nascita 170 euro....questo è il bello della democrazia,ognuno sostiene la sua tesi in piena libertà..e già che ci sono potrebbero anche raccogliere firme per esprimere solidarietà ai parlamentari eletti in diaspora che si sono battuti per ottenere questi aumenti delle tasse e che hanno proposto una legge che tassi dell'1% tutte le rimesse inviate dai lavoratori romeni all'estero in Romania......quando qualcuno avanza un certo tipo di proposte ed  ottiene successi di questo tipo...è giusto rivendicarli.....
Uniti suntem o forta.
Registrato
Vicentiu Acostandei
Administrator
Newbie
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 839


Vicepresidente


Mostra profilo
« Risposta #2 inserito:: Mercoled Luglio 14, 2010, 14:11:59 »

Frammento della seduta del Senato Romeno del 16 febbraio 2010 da cui si evince chiaramente la posizione del on. Badea e la sua dichiarazione in cui afferma che sono stati proprio i cittadini romeni al estero a chiedere l'aumento delle tasse consolari:

Registrato

La goccia scava il marmo
Mihai Muntean
Administrator
Newbie
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 957


Segretario Nazionale


Mostra profilo WWW
« Risposta #3 inserito:: Mercoled Luglio 14, 2010, 14:35:01 »

Frammento della seduta del Senato Romeno del 16 febbraio 2010 da cui si evince chiaramente la posizione del on. Badea e la sua dichiarazione in cui afferma che sono stati proprio i cittadini romeni al estero a chiedere l'aumento delle tasse consolari:

Scommettiamo che ci sarà qualcuno a sostenere che non e vero, e che abbiamo capito male noi!
  Vediamo cosa dice "la fiamma viola" ed il suo padrone Manolea!?

  Oppure  sarà stato di nuovo la mano di Patriciu a manipolare il filmato!?  Cool
Registrato

" Quello che accade, accade non tanto perché una minoranza vuole che accada, quanto piuttosto
perché la gran parte dei cittadini ha rinunciato alle sue responsabilità e ha lasciato che le cose accadessero " 
Antonio Gramsci
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.07 secondi con 20 query.