Identitatea Românească - Identità Romena
Marted Luglio 16, 2019, 06:10:59 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: SMF - Just Installed!
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: NUOVE SPERANZE PER IMMIGRATI E NUOVI ITALIANI  (Letto 2132 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Giancarlo Germani
Moderator
Newbie
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1894


Presidente PIR


Mostra profilo
« inserito:: Gioved Novembre 17, 2011, 17:43:11 »


SI RESPIRA UNA ARIA PULITA,NUOVE SPERANZE PER IMMIGRATI E NUOVI ITALIANI

L'uscita della Lega Nord dalla stanza dei bottoni era già una ottima notizia,adesso che il nuovo Governo ha giurato si capisce con chiarezza che cambia radicalmente il panorama socio-culturale per quanto riguarda i diritti degli immigrati e dei nuovi italiani che sono una risorsa importante per la società italiana e che hanno vissuto con ansia,angoscia e sofferenza il lungo dominio culturale e mediatico della Lega Nord che ha tentato di instillare la xenopfobia nel Dna dei cittadini italiani.

Fortunatamente gli anticorpi anche istituzionali (per fortuna che Giorgio c'è..) hanno funzionato ed adesso con la nomina di alcuni Ministri come Andrea Riccardi,fondatore della Comunità di S. Egidio,sarà facile prevedere una diversa impostazione sociale e culturale del Governo verso gli immigrati ed i cittadini figli di stranieri che sono nati ed hanno sempre vissuto un Italia.

Dopo le politiche di sola sicurezza che hanno fallito per ognidove,basti vedere Roma dove la delinquenza e gli incideenti stradali stanno mettendo in croce la popolazione viene il momento di riscoprire l'accoglienza e la necessità di vere politiche di integrazione per accogliere nella nostra società con tutti i diritti ed i doveri di cittadini quegli immigrati che hanno scelto l'Italia come Loro seconda patria e che desiderano contribuire nella piena regolarità al nostro sistema economico,sociale e politico.

Ci auguriamo che molto presto sia adottata una legge che conceda la cittadinanza di diritto grazie all'applicaizone del prinicpio dello "ius soli" ai figli dei cittadini stranieri nati e cresciuti in Italia,che vengano accellerati sia i tempi che le procedure per il riconoscimento della cittadinanza italiana e che il diritto riconosicuto ai cittadini comunitari di poter votare alle nostre elezioni comunali sia reso effettivamente possibile con l'eliminazione delle liste elettorali aggiunte e che questo diritto venga esteso a tutti i cittadini stranieri residenti in Italia.

Nel frattempo il Partito Identità Romena ha promosso la raccolta di firme per due petizioni popolari che hanno ad oggetto la richiesta di un provvedimento legislativo che sancisca il diritto di cittadinanza per i figli dei cittadini comunitari nati in Italia ed il diritto sempre per i cittadini comunitari che le avrebbero già in via teorica,di ricevere automaticamente il certificato elettorale nelle elezioni comunali ed europee.

Questa iniziativa non nasce dalla voglia di separare i cittadini comunitari dagli altri stranieri,ma anzi vuole essere un passo di avvicinamento verso il riconoscimento di questi diritti sacrosanti  per tutti i cittadini stranieri,facendo leva intanto su quei diritti che i cittadini comunitari dovrebbero avere già in ragione del loro status giuridico.

E' evidente che una volta che sia riconosciuta la cittadinanza per i figli dei cittadini comunitari diventi molto piu' vicina se non obbligata la scelta di estendere a tutti gli stranieri questo diritto.

Ci auguriamo che questo nuovo approccio che il Governo ha iniziato a manifestare cone le nomine di alcuni Ministri su queste tematiche essenziali per l'Italia del prossimo futuro non vengano disilluse,sarebbe un colpo grave per oltre sei milioni di italiani che già si sentono tali ma che attendono di diventarlo.

 

        Avv.Giancarlo Germani

Presidente del Partito Identità Romena




Share

Registrato

Lorella Lattavo
Utente non iscritto
« Risposta #1 inserito:: Venerd Dicembre 09, 2011, 15:14:11 »

Il riconoscimento della cittadinanza ai bambini nati in Italia, al di là del concetto puramente tecnico-legislativo dello Jus soli, riveste un'importanza anche dal punto di vista sociale, soprattutto a livello dei rapporti interpersonale tra i bambini in età scolare. Infatti chi in classe ha un compagnetto di colore nero o di razza indù, non lo vedrà più come " straniero" ma come concittadino italiano, e si porranno le basi per cancellare nel tempo ogni forma di discriminazione razziale. Almeno io la vedo così...
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.066 secondi con 21 query.