Identitatea Românească - Identità Romena
Sabato Agosto 24, 2019, 19:46:47 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: SMF - Just Installed!
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Qual’è la vera emergenza: i clandestini o gli immigrati (r)egolari?  (Letto 1404 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ADRIAN TEODORESCU
Utente non iscritto
« inserito:: Marted Aprile 14, 2009, 22:08:36 »

Secondo il Sindaco di Cittadella (PD), Sig. Massimo Bitonci, vanno privilegiati solo le famiglie in difficoltà di cittadinanza italiana, perché probabilmente il resto delle famiglie, sono i scarsi della società, ed non devono godere degli stesi diritti, devono avere solo doveri.
La sua iniziativa Sig. Bitonci, poteva essere un esempio da ammirare, per altri sindaci, mi creda, però si vede che man, man che proseguiva nel impostare i “requisiti” di acceso alla sua iniziativa, si è perso per la strada.
Gli voglio ricordare il fatto che anche l’immigrati che, con il loro lavoro contribuiscono alla crescita del sistema economico italiano, attraverso i milioni di euro che vengono versati annualmente nelle casse dello Stato, immigrati che lavorano onestamente nelle case, nei cantieri, negli ospedali e nelle fabbriche italiane, hanno il sacro santo diritto di essere trattati a “pari” con i cittadini italiani, di essere rispettati per quello che sono, e non giudicati per la colpa di qualche soggetto isolato o fatti di cronaca nera.
Con il suo atteggiamento – Lei, Sig. Bitonci, non è che punisce quella parte di immigrati che hanno dimostrato di essere delinquenti, non fa altro che alimentare l’odio fra l’agente e in più punisce ingiustamente quelle famiglie di immigrati, che fanno fatica arrivare a fine mese.
Con questa iniziativa, avete dimostrato che non è “l’emergenza clandestini” che volete combattere, Lei vuole combattere “l’emergenza immigrati (r)egolari” e che state facendo da tutta erba un fascio.
Più tosto di specificare nella sua iniziativa, come requisito per accedere al “Bonus anti crisi alle famiglie numerose di Cittadella” - cioè il “possesso della cittadinanza italiana” non crede che sarebbe stato più significativo pretendere come requisito, il “possesso della pedina penale pulita”?
Per concludere, invito il Sig. Massimo Bitonci e la sua Amministrazione Comunale a non promuovere iniziative razziste a scopi elettorali, ma spendere il suo tempo prezioso lavorando per il buon interesse di tutta la comunità che vive in Cittadella, a prescindere dal fatto di essere o no cittadino italiano.
Buon lavoro, sig. Sindaco.

http://www.facebook.com/ext/share.php?sid=46709294267&h=S22X1&u=q-zGG
http://sangiorgioinbosco.blogolandia.it/2009/02/13/quale-la-vera-emergenza-i-clandestini-o-gli-immigrati-regolari/


Share

Registrato

Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.042 secondi con 18 query.